Articoli in "Connettività"

Arriva la fibra ottica in Sicilia. Ecco in quali comuni

set 13, 2016   //   by Nebrodi 5 Stelle   //   Connettività, News, Sviluppo  

Arriva la fibra ottica in Sicilia e nei Nebrodi. Ecco in quali comuni

La nuova rete in fibra ottica è caratterizzata da una velocità fino a 50 Megabit e fino a 100 Megabit al secondo (profilo 30M non piu’ disponibile).

Telecom Italia si è aggiudicata il Bando per la Regione Siciliana emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico attraverso Infratel Italia, la società “in house” del Ministero incaricata di attuare il Piano nazionale Banda Larga e il Progetto strategico Banda Ultra Larga e approvato dalla Commissione Europea. Il programma, relativo alla concessione di un contributo per la realizzazione di nuove infrastrutture ottiche passive abilitanti alle reti NGAN in 142 nuovi comuni, prevede un investimento complessivo di oltre 106 milioni di Euro così ripartito: 73 milioni di finanziamento pubblico messi a disposizione dalla Regione Siciliana tramite l’utilizzo dei fondi PAC e33 milioni stanziati da Telecom Italia.

Arriva la fibra ottica in Sicilia e nei Nebrodi. Ecco in quali comuni

Dall’avvio dei lavori avvenuto a settembre dello scorso anno, ad oggi, Telecom Italia ha già realizzato oltre il 40% degli interventi complessivi previsti dal progetto, con più di 2.000 armadi stradali collegati alla fibra ottica. La copertura è stata già completata ad Aci Castello, Belmonte Mezzagno, Cinisi, Floridia, Grammichele e Terrasini.

Elenco dei 142 Comuni previsti dal progetto

AGRIGENTO

Aragona; Campobello di Licata; Canicattì; Casteltermini; Favara; Lampedusa e Linosa; Licata; Menfi; Naro; Palma di Montechiaro; Porto Empedocle; Racalmuto; Raffadali; Ravanusa; Realmonte; Ribera; Sciacca

CALTANISSETTA

Butera; Mazzarino; Mussomeli; Niscemi; Riesi; San Cataldo; Santa Caterina Villarmosa; Sommatino

CATANIA

Aci Castello; Aci Catena; Aci Sant’Antonio; Acireale; Adrano; Belpasso; Biancavilla; Bronte; Caltagirone; Giarre; Grammichele; Gravina di Catania; Mascali; Mascalucia; Misterbianco; Motta Sant’Anastasia; Palagonia; Paternò; Pedara; Ramacca; Randazzo; Riposto; San Giovanni la Punta; San Gregorio di Catania; Santa Venerina; Sant’Agata Li Battiati; Scordia; Trecastagni; Tremestieri Etneo; Viagrande; Vizzini; Zafferana Etnea

ENNA

Agira; Barrafranca; Enna; Leonforte; Nicosia; Piazza Armerina; Pietraperzia; Regalbuto; Troina; Valguarnera Caropepe

MESSINA

Barcellona Pozzo di Gotto; Capo d’Orlando; Furnari; Giardini Naxos; Gioiosa Marea; Letojanni; Lipari; Milazzo; Patti; Rometta; Santa Teresa di Riva; Sant’Agata di Militello; Taormina; Tortorici

PALERMO

Altavilla Milicia; Altofonte; Bagheria; Balestrate; Belmonte Mezzagno; Bisacquino; Caccamo; Campofelice di Roccella; Capaci; Carini; Castelbuono; Casteldaccia; Cefalù; Cinisi; Corleone; Ficarazzi; Gangi; Misilmeri; Monreale; Partinico; San Giuseppe Jato; Santa Flavia; Termini Imerese; Terrasini; Trabia; Villabate

RAGUSA

Acate; Chiaramonte Gulfi; Comiso; Ispica; Modica; Pozzallo; Santa Croce Camerina; Scicli; Vittoria

SIRACUSA

Augusta; Avola; Carlentini; Floridia; Francofonte; Lentini; Melilli; Noto; Pachino; Palazzolo Acreide; Priolo Gargallo; Rosolini; Sortino

TRAPANI

Alcamo; Calatafimi-Segesta; Campobello di Mazara; Castellammare del Golfo; Castelvetrano; Erice; Mazara del Vallo; Paceco; Pantelleria; Partanna; Salemi; San Vito Lo Capo; Valderice

 

FAI GIRARE, CONDIVIDI SU FACEBOOK

467106

Microsoft abolisce obbligo di presentarsi in ufficio. Lavorare da casa rende di più

nov 6, 2014   //   by Nebrodi 5 Stelle   //   Blog, Connettività  

Lavorare come e dove si vuole? Al Bar, a casa, al parco, in un pub… Per i dipendenti Microsoft tutto questo è possibile! Dopo aver abolito l’orario fisso già nel lontano 1998, ora Microsoft ha deciso di eliminare anche l’obbligo di presenza in ufficio. Da oggi tutti i dipendenti Microsoft in Germania avranno la libertà di lavorare dove e quando vogliono.

Microsoft abolisce l’obbligo di presentarsi in ufficio

Lavorare come e dove si vuole? Al Bar, a casa, al parco, in un pub… Per i dipendenti Microsoft tutto questo è possibile! Dopo aver abolito l’orario fisso già nel lontano 1998, ora Microsoft ha deciso di eliminare anche l’obbligo di presenza in ufficio. Da oggi tutti i dipendenti Microsoft in Germania avranno la libertà di lavorare dove e quando vogliono. Secondo i colossi Microsoft, oramai, la tecnologia ha fatto passi da gigante con l’uscita di smartphone, tablet, connessioni internet veloci e ideo conferenze.

Microsoft, come Virgin e in Germania anche SapBmw e Deutsche Bank, è convinta che evitare l’imposizione di orari, dress code e relativi disagi legati agli spostamenti per raggiungere la sede di lavoro sia un ottimo incentivo per migliorare produttività e creatività. Inoltre, fanno notare gli ambientalisti, se i pendolari non si muovono da una parte all’altra ciò si traduce in un notevole aiuto per l’ambiente grazie alla riduzione delle emissioni di CO2.

Come sottolinea anche Elke Frank, direttore del personale di Microsoft Germania «La presenza fisica in ufficio non dice nulla sulla qualità delle prestazioni dei dipendenti. Al contrario, spesso fornisce una falsa immagine».

È infatti dimostrato che il “lavorare in ufficio” aumenti lo stress e abbassi di molto il rendimento del singolo individuo. Lavorando in un ambiente di lavoro più sereno quale può essere appunto la scrivania di casa o il tavolino di un bar, può portare risultati migliori, sia all’azienda per cui si lavora che per sé stessi.

Una cosa è certa. In Italia, una cosa del genere, non la vedremo mai.

1919

Pubblicare le foto dei vostri figli sui Facebook è pericoloso : Ecco perché

ago 27, 2014   //   by Nebrodi 5 Stelle   //   Connettività, News  

stop_foto_facebook_bambini

Sempre più genitori decidono di non condividere informazioni sui propri figli. Il timore è qualcuno possa utilizzare a sproposito immagini e dati sensibili. Ma esiste anche un rischio per la sicurezza.

È di questo avviso un numero crescente di genitori americani che, negli ultimi mesi, ha cominciato a togliere immagini, filmati e informazioni sui propri figli dal social network più famoso del mondo. Secondo questi genitori, infatti, archiviare l’esperienza di genitore su Facebook può risultare controproducente per una serie di motivi :

1- Le immagini, i video e le informazioni (compleanno, feste scolastiche etc.) espongono la prole a qualsiasi genere di malintenzionato, che con un paio di click può essere in grado di sapere che faccia ha vostro figlio, dove va a scuola e a che ora lo lasciate sul piazzale della palestra per gli allenamenti di karate.

2- Non è dato sapere con esattezza come il social network utilizzerà l’immagine e le informazioni dei vostri bambini.

3- Non è detto che vostro figlio sarà entusiasta, una volta raggiunta l’età per iscriversi a Facebook, di sapere che frammenti della sua imbarazzante infanzia sono stati dispersi ai quattro venti della rete.

Ma se da un lato il numero di genitori accorti sta crescendo, dall’altro la fetta di chi condivide materiale sui propri figli a tutto spiano rimane grande. Stando a una ricerca condotta nel 2011 dal University of Michigan’s Institute for Social Research, il 66% dei genitori americani nati tra gli anni ’60 e ’70 condivide senza remore la vita dei propri bambini online.

Naturalmente, Facebook mette a disposizione una serie di strumenti che dovrebbero consentire di mantenere un controllo effettivo sui contenuti condivisi, ma alcuni genitori non si fidano.

Volendo guardare come lo scandalo NSA ha influito sui sistemi di messaggistica (facendo la fortuna di app come Telegram ), è ragionevole immaginare che, se questa tendenza continua ad aumentare, presto spunteranno nuovi social network che promettono una privacy blindata, studiati su misura per i genitori più premurosi.

Se poi siete insoddisfatti della vostra vita e dovete per forza pubblicare le foto dei vostri figli perchè voi non avete nulla da offrire o mostrare, allora fate pure…

3449

iPhone completamente intercettabili da NSA

gen 1, 2014   //   by Nebrodi 5 Stelle   //   Blog, Connettività, News  

iPhone completamente intercettabili da NSA

I botti di capodanno sul tecnocontrollo della NSA arrivano in anticipo: le ultime indiscrezioni sulle attività dell’agenzia a tre lettere parlano di iPhone completamente intercettabili e segnali WiFi avvelenati da pacchetti dati malevoli

Continua >>

2094

Webcam spiabili di Mac e iPhone: è subito fobia

dic 21, 2013   //   by Nebrodi 5 Stelle   //   Blog, Connettività  

Webcam spiabili di Mac e iPhone è subito fobia

La possibilità di poter accendere alla webcam di alcuni vecchi Mac, senza però attivare il LED verde di segnalazione, sta mietendo vittime in tutto il globo. E non perché vi siano migliaia di violazioni della privacy, quanto per una cattiva interpretazione della notizia che ha alimentato complottismo e leggende metropolitane. Scatta così la webcam-fobia, con centinaia di utenti che da ieri si sono armati di nastro isolante per coprire laptop e dispositivi mobile. Peccato, però, che si tratti di una preoccupazione a tutti gli effetti infondata.

Continua >>

592

Pagine:12345»